08.10.2018 10:05 Età: 42 days
Categoria: Press, Events

A Ecomondo il nuovo gigante della triturazione

Vogelsang sbarca a Ecomondo con la sua gamma completa di trituratori XRipper: dai sottili XRC, adatti per l’utilizzo in canali e condotti stretti e sottili, ai Giant, pensati per portate superiori ai mille metri cubi l’ora.


Il nuovo XRipper Giant

XRipper XRC 1000

Ci sarà tutta la gamma XRipper a Ecomondo, la fiera del recupero energetico e dell’economia circolare in programma a Rimini dal 6 al 9 novembre prossimi. Vogelsang Italia ha infatti deciso di portare nel suo stand l’intera gamma dei suoi potenti trituratori monolitici, pensati per ogni esigenza e per portate da 10 a 1.000 metri cubi l’ora. Per la prima volta, inoltre, sarà presentata la serie Giant, realizzata per risolvere affrontare le condizioni di lavoro più difficili.

Un gigante nell’impianto

XRG, sigla che sta per XRipper Giant, è la nuova soluzione proposta da Vogelsang per gli impianti di sollevamento e i centri di smistamento di grandi dimensioni. Grazie a una portata che supera i mille metri cubi l’ora, è in grado di gestire importanti volumi di reflui senza alcuna difficoltà. Questo anche grazie al sistema di convogliamento dei corpi solidi: una griglia dotata di pettini rotanti che invia verso i rotori del trituratore i materiali estranei, lasciando invece passare la componente liquida dei reflui. Questo sistema brevettato rappresenta un netto passo avanti rispetto ai tradizionali modelli a tamburo rotante con raschietti fissi, che lasciano materiale estraneo dietro e all'interno delle griglie, e permette di coniugare un’alta portata con una dimensione adeguata della bocca di triturazione.

Dal grande al piccolo

A Ecomondo XRG sarà esposto accanto all’XRipper Channel (XRC), di dimensioni più contenute ma ugualmente progettato per applicazioni gravose negli spazi più ristretti. Questo modello è stato ampliato con unità laterali ad alta capacità. Ciascuna di queste è costituita da un setaccio e da raschiatori che ruotano a bassa velocità con la massima efficienza. I detriti e le impurità dell’acqua vengono trattenuti dal setaccio e quindi convogliati mediante i raschiatori verso le lame del trituratore. I nuovi modelli extra-sottili dei trituratori XRipper XRC100 sono adatti, tra l’altro, per canali stretti e profondi. Possono infatti essere utilizzati anche in canali con larghezza di soli 30 cm, alti fino ad un metro, con una portata fino a 690 m3/h.

Presso lo stand Vogelsang sarà inoltre visibile il modello della gamma XRP, adatto agli impianti di depurazione e a tutte quelle situazioni in cui i reflui trasportano anche corpi solidi da frantumare. 

I vantaggi del trituratore

Perché adottare un trituratore a doppio albero su una linea di reflui aziendali o urbani? In apparenza esistono soluzioni più economiche e altrettanto efficaci. Tuttavia, a una più attenta analisi ci si rende conto che, stante la quantità ed eterogeneità dei corpi estranei presenti negli scarichi fognari, è impossibile fare a meno di una adeguata contromisura per evitare l’intasamento della linea o delle pompe, che comporta importanti investimenti in denaro e tempo per il ripristino delle stesse.

Le pompe con trituratore, che a prima vista rappresentano una soluzione semplice ed economica, ma hanno il difetto di essere suscettibili ai picchi di carico, per cui un aumento imprevisto dei volumi da smaltire – e di conseguenza dei corpi estranei in esso presenti – le può mandare facilmente in tilt.

L’adozione di un trituratore a doppio albero si conferma dunque come la miglior soluzione per tutti i problemi di intasamento. XRipper di Vogelsang, con i suoi alberi monolitici e la manutenzione semplificata (Quick Service), dà ancora di più, unendo l’efficienza del trituratore a doppio albero con l’affidabilità di organi di lavorazione ricavati da un singolo pezzo anziché essere composti da lame con distanziali, di più rapida usura e che richiedono interventi di manutenzione lunghi e laboriosi.